Perchè passare al LED ?

L'illuminazione a LED ha molteplici vantaggi rispetto alle tradizionali lampadine. Oggi sul mercato sono presenti innumerevoli tipologie di lampade e faretti a LED. L'enorme differenza tra le lampadine di suo comune e le lampadine a LED consiste nel grande risparmio di energia. Chi decide di cambiare le lampadine della propria abitazione dovrà però tenere conto non soltanto della potenza (Watt), ma anche del colore della luce prodotta (Temperatura). Argomento che affronteremo in modo dettagliato più avanti. L'illuminazione a LED infatti può avere diverse gradazioni di colore di luce emessa in base al valore dei Kelvin prodotti. E' noto come l'illuminazione a LED abbia notevoli vantaggi.


Eccone alcuni:

- Risparmio fino al 90% sull'energia consumata

- Durata fino a 50 volte rispetto ad un faretto classico

- Assenza di sfarfallio

- Accensione immediata

- Calore pressochè nullo

- Assenza di mercurio e sostanze nocive

- Completa compatibilità sui dimmer tradizionali

- Assenza di radiazioni


Scegliere l'attacco giusto

Una considerazione che può sembrare banale, ma è bene precisare. L'importante prima di acquistare una lampada o faretto a LED, è conoscere quale attacco dovremmo sostituire. Oggi il mercato presenta molte tipologie di attacchi. Nello schema sottostante potrete scegliere la vostra lampada LED direttamente in base all'attacco che volete sostituire.

Risparmio sulla bolletta

Come abbiamo detto in precedenza, uno dei maggiori pregi dell'illuminazione a LED, è il risparmio energetico. Tale risparmio si traduce in quantità di denaro che potremmo tagliare ogni anno sui costi della bolletta. Per avere un quadro generale del risparmio, faremo un semplice confronto tra una lampada ad incandescenza ed una a LED di egual potenza. Secondo gli studi effettuati possiamo affermare che la luce prodotta da una lampdada a LED di 5W è uguale a quella di una da 40W di una tradizionale lampadina ad incandescenza. Inoltre dobbiamo tenere in considerazione che una comune lampdina a LED è garantita per 25.000 ore di utilizzo. Per contro, bisogna anche dire che una lampada a LED ha un costo maggiore di una tradizionale lampadina ad incadescenza o a risparmio enegetico. Detto ciò, possiamo riassumere i consumi così:

Lampadina classica:

(40W x 4 ore al giorno x 365 giorni) / 1000 x 29,1 cent / kWh = 16,99 €

Lampadina LED:

(5W x 4 ore al giorno x 365 giorni) / 1000 x 29,1 cent / kWh = 2,12 €

Risparmio: 14,87 €

 

Scegliere la giusta potenza!

Dopo aver accuratamente scelto il faretto a LED con lo stesso attacco della lampada da sostituire, dobbiamo anche scegliere il tipo di wattaggio della lampada. Dobbiamo tener conto della diversità di luce prodotta con lo stesso wattaggio tra una lampadina tradizionale e una a LED. Infatti è noto come ci sia un rapporto di 1 a 7 di consumo enrgetico tra la lampadina tradizionale e quella a LED. Erroneamnete crediamo che la quantità di luce espressa da una fonte luminosa sia relativa al consumo di watt. Invece dobbiamo sapere che il numero di watt si riferisce solo al consumo di energia di una lampadina. Mentre la quantità di luce di una fonte luminosa è valutabile attraverso il numero di lumen prodotti. Possiamo dunque affermare che a parità di lumen prodotti, i watt consumati dai faretti a led sono molto meno. Solitamente per semplificare la scelta del prodotto, questa comparazione viene espressa nella parte esterna della confezione del LED. Se prendiamo ad esempio un faro a LED da 4w, possiamo notare che sulla confezione o nella scheda tecnica, viene riportata una comparazione con un faro alogeno da 40W.

 

Temperatura di Colore

Le lampade a LED, a differenza delle comuni lampadine ad incandescenza, hanno un ampio spettro di colore di luce prodotta. Solitamente in commercio ne troviamo tre tipi. Calda, Fredda e Neutra. Nelle nostre schede prdotto infatti, viene specificato il tipo di colorazione della luce prodotta. Le tre tipologie sono così classificate: WH - white light (6000-6500K), NL - neutral white (4000-4500K) e WW - warm white (2700-3200K). Il colore della luce prodotta viene misurata in Kelvin. Più basso è il valore espresso, maggiore è il calore della luce prodotta. Qui di seguito riportiamo alcuni valori tra i più diffusi:

2700K = Luce molto calda. Come quella delle classiche lampadine ad incandescenza. Adatta agli ambienti domestici.

3000K = Luce bianco caldo. Viene di norma utilizzata negli uffici e nei negozi.

4000K = Luce bianca fredda. Ideale per essere utilizzata in fabbriche, ospedali, magazzini, esercizi commerciali.

6500K = Luce diurna. Simile alla luce del giorno. Questa scelta è idonea per ambienti in cui ogni cosa deve essere nitidamente visibile.


Cos'è l'indice di resa cromatica (Ra)

Nella scelta di un faretto a LED è importante tenere in considerazione anche un parametro spesso poco considerato. Il valore di cui stiamo parlando è l'Indice di resa cromatica, più noto con la sigla Ra. Tecnicamente il valore Ra indica quanto e con quale qualità vengono mostrati i colori degli oggetti illuminati. La scala di valori è compresa tra 0 e 100. Solitamente il valore maggiormente diffuso in commercio si aggira tra gli 80Ra e i 90Ra. Questo valore ha un peso determinate soprattutto per la scelta di fari a LED per uso commerciale. Nello specifico, sono particolarmente consigliati fari a LED che vanno da 90Ra a 100Ra per illuminare oggetti che devono avere un'ottima resa di colore e lucentezza.




Leggende metropolitane sui LED

I LED durano per sempre

FALSO: I LED producono luce per molto tempo. Ma hanno una durata limitata nel tempo.

I LED fanno meno luce rispetto alle comuni lampade ad incandescenza

FALSO: I nuovi sistemi a LED producono maggiore luce rispetto alle comuni lampade ad incandescenza.

Alcuni produttori producono lampade a LED da 160 lm/w

FALSO: La quantità massima di lumen prodotti da una lampadina a LED è di 80 lm/w.

E' convinzione comune che i fari a LED non producano calore

FALSO: Il calore viene prodotto ma in quantità minima. Inoltre viene dissipato dalla forma della lampada stessa. E' verò però che la luce sviluppata non produce raggi infrarossi.

I sistemi a LED sono più costosi delle tradizionali lampadine

VERO: Sono più costose delle tradizionali lampadine a incandescenza, ma garantiscono un risparmio energetico ammortizzabile in breve tempo.